GUIDA ALLA SCELTA DEGLI SCARPONI DA SCI

Gli scarponi da sci sono la componente più importante dell'attrezzatura da sci, perciò vale la pena prendersi tutto il tempo necessario per scegliere quello che più rispecchia le vostre esigenze di qualità, prestazioni e comfort. Gli scarponi sono l'interfaccia tra il vostro corpo e il pendio innevato, il mezzo che permette di trasmettere gli ordini agli sci e di interpretare le sensazioni che arrivano dalla neve; quindi scegliere un modello adeguato alle proprie caratteristiche e di misura corretta è fondamentale per avere il pieno controllo e le migliori prestazioni della sciata.

Pur essendoci delle notevoli similitudini tra gli esseri umani, sappiamo che il piede di ognuno è unico ed esclusivo, e anche per questo non è una cosa semplice trovare tra tanti modelli esistenti sul mercato il più adatto ad ognuno di noi. Le dimensioni, la forma, la flessibilità e le caratteristiche tecniche dello scarpone ideale variano in base al livello di abilità, alle proprie aspirazioni, all'altezza e al peso, alla quantità dei giorni sciati in una stagione, e ad altri fattori ancora.

A causa della loro struttura e del lavoro che devono svolgere, gli scarponi da sci non saranno mai confortevoli come delle scarpe da ginnastica e nemmeno si dovrebbe cercare di starci nello stesso modo. L'obiettivo che si dovrà cercare di raggiungere nell'intraprenderne la scelta sarà quello di trovare una dimensione e una forma ideale, che sia il più possibile comoda senza andare a compromettere le prestazioni in pista.

Per incominciare, elenchiamo di seguito i primi parametri che si dovranno prendere in considerazione per una prima scelta degli scarponi da sci alpino:

TIPO DI SCIATORE:

Incominciamo a prendere in considerazione la tabella qui sotto, potrà darvi un'idea di che tipo di adattamento, flessibilità e funzionalità bisognerà cercare in uno scarpone da sci.

cmoe scegliere gli scarponi da sci

1. Sciatore Principiante - Intermedio

Preferisce piste facili percorse ad una velocità moderata, il terreno non mosso, ma piuttosto piatto e ben battuto. Sta ancora ricercando la padronanza degli attrezzi e di questo sport, ma sta facendo progressi regolari. La scelta migliore per il Principiante - Intermedio è uno scarpone morbido e confortevole con un indice di "flex" basso che aiuterà nell'approccio ai movimenti che ancora non sono così naturali e garantirà un utilizzo confortevole per tutto il giorno. Nel caso di una persona prestante e allenata in altri sport che riesca a concatenare un buon numero di uscite sulla neve, la moderna attrezzatura in commercio può permettere già da subito di andare oltre questa categoria.

{product:}

2. Sciatore Intermedio / Avanzato

In determinate condizioni può permettersi una sciata sicura in velocità, anche su terreno ripido. Percorre in maniera agevole le piste blu e rosse ed è in grado di scendere, con attenzione, anche alcune piste difficili. Il piede richiede, quindi, una calzatura più precisa per avere un controllo migliore degli sci. Lo sciatore di livello Intermedio / Avanzato dovrebbe indossare scarpe con un indice di "flex" medio ed una calzata abbastanza precisa, tale da consentire il pieno controllo in un'ampia varietà di condizioni.

{product:}

3. Sciatore Avanzato - Esperto

Si tratta di un appassionato di questo sport abituato a sciare in tutte le condizioni in piena sicurezza. Non disdegna le occasioni per uscire dalla pista battuta e ama le variazioni di condizione della neve, fresca, battuta, dura o ghiacciata. Lo scarpone ideale dello sciatore Avanzato - Esperto dovrebbe avere un indice di "flex" alto, una calzata aderente al piede e dovrebbe essere scelto di una misura molto precisa; pur di ottenere la miglior calzata, si può optare per acquistare una misura che sembri fin troppo piccola, per poi eventualmente andarla a "lavorare" con i sistemi di Bootfitting per portarla ad un confort accettabile.

{product:}

LA MISURA CORRETTA

La quasi totalità dei produttori, per misurare gli scarponi da sci, utilizza la scala "Mondopoint", che sostanzialmente prendere in considerazione la lunghezza in centimetri del piede. In negozio si utilizzano gli appositi "misuratori", ma è semplice ricavare la propria misura anche in maniera casalinga, appoggiando i talloni ad un muro e segnando dove arriva la punta del piede; questo sarà il punto di partenza per ricercare la misura ideale.

- Per lo sciatore Principiante - Intermedio è generalmente opportuno scegliere una misura vicina alla lunghezza del piede, basandosi a quella "Mondopoint" indicata sugli scarponi, questo anche se la prima sensazione è di sentirli piccoli. Bisogna considerare che l'imbottitura delle scarpette interne dei modelli entry level è abbondante e si adatta velocemente al piede creando più spazio e maggior confort.

- Per lo sciatore Intermedio / Avanzato è importante scegliere un numero vicino alla propria misura di piede o leggermente più corta, considerando anche un "flex" più rigido. Essendo un prodotto più tecnico, bisogna prestare attenzione alla larghezza della pianta e al volume dello scafo (la parte esterna, in plastica, dello scarpone) per ricercare una migliore aderenza sul piede, interpretare al meglio gli impulsi che arrivano dalla neve e trasmettere gradualmente la forza agli sci.

- Per lo sciatore Avanzato - Esperto è molto importante scegliere una dimensione di scafo leggermente più piccola della misura del piede per garantire una calzata precisa e reattiva. In questo caso, per avere un buon livello confrt, potrebbe servire l'intervento di uno specialista in Bootfitting.

LA PROVA DEGLI SCARPONI

Appena calzato lo scarpone da sci, probabilmente la prima sensazione sarà quella che sia troppo piccolo; prima di provare una misura più grande è bene chiudere le leve, partendo dalla punta a salire, e facendo qualche flessione in avanti per agevolare l'entrata del tallone nella posizione corretta. E' probabile che stando in posizione eretta possa esserci l'impressione che le dita tocchino leggermente la punta dello scarpone, mentre flettendo le ginocchia l'arretramento del piede dovrebbe permettere alle dita di muoversi.

La sensazione dev'essere quella di avere il piede bloccato nello scarpone, fasciato in modo uniforme, ma senza compressioni dolorose.

Come anticipato nei precedenti paragrafi il rapporto bloccaggio/confort deve essere proporzionato al livello dello sciatore, tenendo presente che con lavorazioni opportune è possibile aumentare la grandezza degli scarponi, mentre non è possibile il contrario è quasi impossibile farlo.

Abbiamo scritto "quasi" in quanto il produttore FISCHER ha brevettato uno speciale materiale plastico che tramite un particolare processo di termoformatura chiamato VACUUM permette di modellare lo scafo esterno e ridurne il volume creando una compatibilità perfetta tra piede e scarpone, anche su modelli di alto livello tecnico.

SCOPRI LA TECNOLOGIA FISCHER VACUUM

Un metodo alternativo per scegliere la misura corretta è quello di calzare lo scarpone senza la sua scarpetta imbottita e verificare, muovendo il piede avanti e indietro, quanto spazio rimanga per l'imbottitura; avanzando il piede fino a toccare la punta dello scafo con le dita dovrebbe rimanere uno spazio vuoto di circa 1,5/2,5 centimetri.

La prova degli scarponi da sci andrebbe eseguita indossando calze sottili, in modo che, con il cedimento della scarpetta dovuto al modellamento della stessa, si possa in seguito compensare lo spazio che si creerà con delle calze tecniche un po' più spesse, a lavorazione differenziata, aumentando anche termicità e confort. Indossare nella prova delle calze già spesse tende a far scegliere degli scarponi più grandi del necessario.

NB: gli scafi degli scarponi da sci non vengono prodotti nelle mezze misure, ma solo di centimetro in centimetro; le mezze misure vengono "create" tramite l'utilizzo di zeppe interne, plantari più spessi o scarpette con un'imbottitura maggiore. Molta attenzione và quindi fatta quando si è in dubbio tra una misura e l'altra dove ci sia il salto di misura di scafo, perché in realtà il salto di dimensioni risulta notevole e di questo ci si renderà conto dopo un breve periodo di utilizzo.

- - - - - - - - - -

VISITA IL NOSTRO REPARTO SCARPONI DA SCI

- - - - - - - - - -

LE DIVERSE CALZATE

Nella scelta, la lunghezza dello scarpone non è l'unica cosa di cui bisogna tenere conto. Come ogni piede è diverso, così anche ogni scarpone da sci ha una sua forma particolare. Generalmente vengono suddivisi in tre tipi di pianta: stretta, media e larga. La larghezza è misurata in leggera diagonale attraverso i metatarsi.

- Oltre ai modelli RACE, i modelli a calzata stretta in commercio sono generalmente quelli più tecnici, ossia quelli rivolti agli sciatori esperti. Questi hanno una larghezza dell'avampiede di circa 97/98 millimetri e sono abbastanza stretti anche di volume generale. Questi scarponi sono in ogni caso anche i più adatti alle persone con i piedi magri, stretti e bassi.

- Gli scarponi a calzata media hanno una larghezza dell'avampiede di circa 100 millimetri. Hanno una vestibilità più confortevole e un volume complessivo un po' più abbondante rispetto ai modelli di alta gamma.

- Gli scarponi a calzata larga sono generalmente consigliati a chi abbia il piede largo e robusto. La larghezza di avampiede può arrivare anche a 106 millimetri.

In generale la produzione commerciale di scarponi da sci prevede modelli più rigidi per alte prestazioni solo in calzata stretta, mentre i modelli entry-level più turistici vengono prodotti con calzata larga e flex morbido. Questo comporta delle problematiche sia per uno sciatore esperto con un piede largo e robusto che sarà obbligato a modificare i suoi scarponi con l'aiuto di un esperto bootfitter, sia per un principiante con il piede magro che faticherà a trovare un modello che gli avvolga e blocchi bene il piede, a meno di non orientarsi, come abbiamo già scritto sopra, su un modello FISCHER VACUUM.

{product:}

IL BOOTFITTING

Brevemente, il Bootfitting è quell'insieme di tecniche di personalizzazione che permettono di modificare lo scarpone da sci per migliorarne confort e prestazioni.

GUIDA AL BOOTFITTING

Per una presentazione completa di quello che possiamo fare per migliorare i vostri scarponi, vi rimandiamo alla GUIDA AL BOOTFITTING.

Per ogni informazione in merito potete chiamare al numero +390461602717 oppure scrivere a Rudy all'indirizzo [email protected].

Un breve video di presentazione sugli scarponi da sci e le modifiche possibili

{product:}

IL FLEX

il FLEX degli scarponi da sci indica quanta forza è necessaria per fare flettere lo scarpone in avanti. Il FLEX viene indicato dai produttori con dei numeri che spaziano tra il 50 e il 150. Spesso questo numero è scritto sulla parte esterna del gambetto. Il metodo per la determinazione del FLEX non è standardizzato tra i produttori di scarponi da sci, e quindi non è detto che il 100 di una marca equivalga a quello di un'altra, ma rimane comunque un indice sul quale prendere i propri orientamenti. Gli atleti e gli sciatori "corsaioli" di buon livello preferiscono modelli con indice di FLEX alto, pari o superiore a 130, mentre i principianti un indice più basso, di 50 o 70.<

Oltre al livello tecnico dello sciatore, sulla scelta del FLEX influisce anche il tipo di utilizzo prevalente che se ne vorrà fare, pista, freeride, park...

Anche altezza e peso dello sciatore sono fattori da considerare nella scelta del FLEX più adatto. Una persona alta, può disporre di una leva maggiore e quindi di maggior forza in flessione rispetto ad una persona più bassa e quindi verrà orientato su uno scarpone dal FLEX maggiore, mentre uno sciatore leggero avrà meno peso da trasformare in forza per flettere lo scarpone rispetto ad uno più pesante ed è, quindi, consigliabile uno scarpone con FLEX minore.

FLEX DEGLI SCARPONI DA SCI

Come si evince dalla tabella, poiché le donne tendono ad avere generalmente meno massa corporea, un'altezza minore, piedi e leve più corti rispetto agli uomini, le valutazioni del FLEX sono leggermente inferiori.

ALTRI PARTICOLARI

- Donne: vi è una differenza fisica nella gamba della donna, rispetto all'uomo, che va presa in considerazione nella scelta degli scarponi da sci, ovvero quella di avere un polpaccio che inizia più in basso e proporzionalmente più robusto nella zona della caviglia. Per venire incontro a questa differenza i modelli specifici da donna vengono realizzati tenendo conto della morfologia.

{product:}

- Inclinazione: gli scarponi da sci alpino normalmente hanno un'inclinazione fissa in avanti che spazia tra 12 gradi e 18 gradi dalla verticale. La maggior parte dei prodotti moderni riflette il cambiamento nella tecnica dello sci, che è andata verso una postura più eretta e perciò hanno un'inclinazione minore, ma non esiste un'inclinazione ideale che vada meglio per tutti gli sciatori, anzi questo rimane un fattore molto personale. La maggior parte degli scarponi di buon livello integra qualche possibilità di regolazione, spesso si tratta di installare, o rimuovere un semplice spoiler o spessore posizionato sul retro del polpaccio.

- Scarpetta: la scarpetta interna è morbida, termica e rimovibile. Quest'interno che protegge e isola il piede dallo scafo esterno è realizzato in modo da potersi modellare con l'uso sul piede, tramite un procedimento preventivo a caldo, o più semplicemente con il normale utilizzo.

- Power Strap: il velcro della parte superiore del gambetto dello scarpone da sci agisce come un ulteriore fibbia con una vasta gamma di regolazioni e aiuta a stringere al meglio lo scarpone sulla tibia e a trasmettere al meglio la forza agli sci.

- Leve e ganci micro-regolabili: essenziali per raggiungere un'allacciatura precisa. La micro-regolazione accorcia o allunga la chiusura in maniera millimetrica e permette di regolare con precisione la tensione tra le due sezioni dello scafo.

- Ganci spostabili: i ganci della maggior parte degli scarponi da sci per adulti hanno la possibilità di essere spostati dal punto fisso di montaggio per consentire all'utente una gamma maggiore di impostazioni.

- Plantari: il sottopiede, o plantare, che sta all'interno della scarpetta, è il punto su cui appoggiano i piedi dello sciatore. La maggior parte dei modelli offrono poco sostegno per i contorni del piede. Per una conformazione più personalizzata consigliamo e proponiamo i plantari termoformabili CONFORMABLE. Sono degli speciali plantari che vengono preparati partendo dal calco del piede della persona che li utilizzerà. Plantari di questo tipo aumentano notevolmente la sensazione di stabilità interna e possono ridurre notevolmente molti problemi di confort.

plantari personalizzati per lo sci conformable

- Canting: con questo termine si indica l'allineamento del gambaletto con la parte bassa dello scafo. Serve principalmente per adattare lo scarpone alle proprie caratteristiche strutturali. Infatti è lo scarpone che deve seguire le specifiche posture non in linea della gamba e non il contrario, per evitare di traferire allo sci prese di spigolo falsate. Per una regolazione precisa è indispensabile conoscere esattamente di quanti gradi si dovrà muovere il gambetto utilizzando un moderno macchinario al laser che permette di conoscere questo dato con precisione e di intervenire sugli scarponi in maniera corretta.

personalizzazione degli scarponi da sci canting computerizzato

L'ACQUISTO ON-LINE

Ora che sapete di che cosa avete bisogno e avete gli strumenti per iniziare la ricerca, potete iniziare la ricerca dei vostri scarponi on-line; ci sentiamo in dovere di sottolineare quanto importante sia l'assistenza di una persona qualificata al momento della scelta. Per quanto completa sia questa guida, o altre che potrete recuperare, siamo sicuri che difficilmente potrà sostituire in toto l'assistenza di un vero professionista del settore. Sappiamo che molti negozi, in particolare nella grande distribuzione, non hanno personale qualificato al loro servizio e che quindi poche soddisfazioni potrete avere nell'andare a visitarli, ma se siete proprio così lontani da noi e nei vostri paraggi non c'è nessuno che possa garantirvi quei giusti consigli che ricercate, allora contattateci direttamente al numero +390461602717 oppure scriveteci all'indirizzo [email protected].Rudy, Willy e Giuliano vi daranno volentieri dei preziosi consigli.

- - - - - - - - - -

VISITA IL NOSTRO REPARTO SCARPONI DA SCI

- - - - - - - - - -

Gli scarponi da scialpinismo meritano una Guida a parte. La trovate qui:

GUIDA ALLA SCELTA DEGLI SCARPONI DA SCIALPINISMO

HOW TO CHOOSE THE SKI BOOTS

Gli scarponi da sci sono la componente più importante dell'attrezzatura da sci, perciò vale la pena prendersi tutto il tempo necessario per scegliere quello che più rispecchia le vostre esigenze di qualità, prestazioni e comfort. Gli scarponi sono l'interfaccia tra il vostro corpo e il pendio innevato, il mezzo che permette di trasmettere gli ordini agli sci e di interpretare le sensazioni che arrivano dalla neve; quindi scegliere un modello adeguato alle proprie caratteristiche e di misura corretta è fondamentale per avere il pieno controllo e le migliori prestazioni della sciata.

Pur essendoci delle notevoli similitudini tra gli esseri umani, sappiamo che il piede di ognuno è unico ed esclusivo, e anche per questo non è una cosa semplice trovare tra tanti modelli esistenti sul mercato il più adatto ad ognuno di noi. Le dimensioni, la forma, la flessibilità e le caratteristiche tecniche dello scarpone ideale variano in base al livello di abilità, alle proprie aspirazioni, all'altezza e al peso, alla quantità dei giorni sciati in una stagione, e ad altri fattori ancora.

A causa della loro struttura e del lavoro che devono svolgere, gli scarponi da sci non saranno mai confortevoli come delle scarpe da ginnastica e nemmeno si dovrebbe cercare di starci nello stesso modo. L'obiettivo che si dovrà cercare di raggiungere nell'intraprenderne la scelta sarà quello di trovare una dimensione e una forma ideale, che sia il più possibile comoda senza andare a compromettere le prestazioni in pista.

Per incominciare, elenchiamo di seguito i primi parametri che si dovranno prendere in considerazione per una prima scelta degli scarponi da sci alpino:

TIPO DI SCIATORE:

Incominciamo a prendere in considerazione la tabella qui sotto, potrà darvi un'idea di che tipo di adattamento, flessibilità e funzionalità bisognerà cercare in uno scarpone da sci.

TESTO

1. Sciatore Principiante - Intermedio

Preferisce piste facili percorse ad una velocità moderata, il terreno non mosso, ma piuttosto piatto e ben battuto. Sta ancora ricercando la padronanza degli attrezzi e di questo sport, ma sta facendo progressi regolari. La scelta migliore per il Principiante - Intermedio è uno scarpone morbido e confortevole con un indice di "flex" basso che aiuterà nell'approccio ai movimenti che ancora non sono così naturali e garantirà un utilizzo confortevole per tutto il giorno. Nel caso di una persona prestante e allenata in altri sport che riesca a concatenare un buon numero di uscite sulla neve, la moderna attrezzatura in commercio può permettere già da subito di andare oltre questa categoria.

{product:}

2. Sciatore Intermedio / Avanzato

In determinate condizioni può permettersi una sciata sicura in velocità, anche su terreno ripido. Percorre in maniera agevole le piste blu e rosse ed è in grado di scendere, con attenzione, anche alcune piste difficili. Il piede richiede, quindi, una calzatura più precisa per avere un controllo migliore degli sci. Lo sciatore di livello Intermedio / Avanzato dovrebbe indossare scarpe con un indice di "flex" medio ed una calzata abbastanza precisa, tale da consentire il pieno controllo in un'ampia varietà di condizioni.

{product:}

3. Sciatore Avanzato - Esperto

Si tratta di un appassionato di questo sport abituato a sciare in tutte le condizioni in piena sicurezza. Non disdegna le occasioni per uscire dalla pista battuta e ama le variazioni di condizione della neve, fresca, battuta, dura o ghiacciata. Lo scarpone ideale dello sciatore Avanzato - Esperto dovrebbe avere un indice di "flex" alto, una calzata aderente al piede e dovrebbe essere scelto di una misura molto precisa; pur di ottenere la miglior calzata, si può optare per acquistare una misura che sembri fin troppo piccola, per poi eventualmente andarla a "lavorare" con i sistemi di Bootfitting per portarla ad un confort accettabile.

{product:}

LA MISURA CORRETTA

La quasi totalità dei produttori, per misurare gli scarponi da sci, utilizza la scala "Mondopoint", che sostanzialmente prendere in considerazione la lunghezza in centimetri del piede. In negozio si utilizzano gli appositi "misuratori", ma è semplice ricavare la propria misura anche in maniera casalinga, appoggiando i talloni ad un muro e segnando dove arriva la punta del piede; questo sarà il punto di partenza per ricercare la misura ideale.

- Per lo sciatore Principiante - Intermedio è generalmente opportuno scegliere una misura vicina alla lunghezza del piede, basandosi a quella "Mondopoint" indicata sugli scarponi, questo anche se la prima sensazione è di sentirli piccoli. Bisogna considerare che l'imbottitura delle scarpette interne dei modelli entry level è abbondante e si adatta velocemente al piede creando più spazio e maggior confort.

- Per lo sciatore Intermedio / Avanzato è importante scegliere un numero vicino alla propria misura di piede o leggermente più corta, considerando anche un "flex" più rigido. Essendo un prodotto più tecnico, bisogna prestare attenzione alla larghezza della pianta e al volume dello scafo (la parte esterna, in plastica, dello scarpone) per ricercare una migliore aderenza sul piede, interpretare al meglio gli impulsi che arrivano dalla neve e trasmettere gradualmente la forza agli sci.

- Per lo sciatore Avanzato - Esperto è molto importante scegliere una dimensione di scafo leggermente più piccola della misura del piede per garantire una calzata precisa e reattiva. In questo caso, per avere un buon livello confrt, potrebbe servire l'intervento di uno specialista in Bootfitting.

LA PROVA DEGLI SCARPONI

Appena calzato lo scarpone da sci, probabilmente la prima sensazione sarà quella che sia troppo piccolo; prima di provare una misura più grande è bene chiudere le leve, partendo dalla punta a salire, e facendo qualche flessione in avanti per agevolare l'entrata del tallone nella posizione corretta. E' probabile che stando in posizione eretta possa esserci l'impressione che le dita tocchino leggermente la punta dello scarpone, mentre flettendo le ginocchia l'arretramento del piede dovrebbe permettere alle dita di muoversi.

La sensazione dev'essere quella di avere il piede bloccato nello scarpone, fasciato in modo uniforme, ma senza compressioni dolorose.

Come anticipato nei precedenti paragrafi il rapporto bloccaggio/confort deve essere proporzionato al livello dello sciatore, tenendo presente che con lavorazioni opportune è possibile aumentare la grandezza degli scarponi, mentre non è possibile il contrario è quasi impossibile farlo.

Abbiamo scritto "quasi" in quanto il produttore FISCHER ha brevettato uno speciale materiale plastico che tramite un particolare processo di termoformatura chiamato VACUUM permette di modellare lo scafo esterno e ridurne il volume creando una compatibilità perfetta tra piede e scarpone, anche su modelli di alto livello tecnico.

SCOPRI LA TECNOLOGIA FISCHER VACUUM

Un metodo alternativo per scegliere la misura corretta è quello di calzare lo scarpone senza la sua scarpetta imbottita e verificare, muovendo il piede avanti e indietro, quanto spazio rimanga per l'imbottitura; avanzando il piede fino a toccare la punta dello scafo con le dita dovrebbe rimanere uno spazio vuoto di circa 1,5/2,5 centimetri.

La prova degli scarponi da sci andrebbe eseguita indossando calze sottili, in modo che, con il cedimento della scarpetta dovuto al modellamento della stessa, si possa in seguito compensare lo spazio che si creerà con delle calze tecniche un po' più spesse, a lavorazione differenziata, aumentando anche termicità e confort. Indossare nella prova delle calze già spesse tende a far scegliere degli scarponi più grandi del necessario.

NB: gli scafi degli scarponi da sci non vengono prodotti nelle mezze misure, ma solo di centimetro in centimetro; le mezze misure vengono "create" tramite l'utilizzo di zeppe interne, plantari più spessi o scarpette con un'imbottitura maggiore. Molta attenzione và quindi fatta quando si è in dubbio tra una misura e l'altra dove ci sia il salto di misura di scafo, perché in realtà il salto di dimensioni risulta notevole e di questo ci si renderà conto dopo un breve periodo di utilizzo.

- - - - - - - - - -

VISITA IL REPARTO SCARPONI DA SCI

- - - - - - - - - -

LE DIVERSE CALZATE

Nella scelta, la lunghezza dello scarpone non è l'unica cosa di cui bisogna tenere conto. Come ogni piede è diverso, così anche ogni scarpone da sci ha una sua forma particolare. Generalmente vengono suddivisi in tre tipi di pianta: stretta, media e larga. La larghezza è misurata in leggera diagonale attraverso i metatarsi.

- Oltre ai modelli RACE, i modelli a calzata stretta in commercio sono generalmente quelli più tecnici, ossia quelli rivolti agli sciatori esperti. Questi hanno una larghezza dell'avampiede di circa 97/98 millimetri e sono abbastanza stretti anche di volume generale. Questi scarponi sono in ogni caso anche i più adatti alle persone con i piedi magri, stretti e bassi.

- Gli scarponi a calzata media hanno una larghezza dell'avampiede di circa 100 millimetri. Hanno una vestibilità più confortevole e un volume complessivo un po' più abbondante rispetto ai modelli di alta gamma.

- Gli scarponi a calzata larga sono generalmente consigliati a chi abbia il piede largo e robusto. La larghezza di avampiede può arrivare anche a 106 millimetri.

In generale la produzione commerciale di scarponi da sci prevede modelli più rigidi per alte prestazioni solo in calzata stretta, mentre i modelli entry-level più turistici vengono prodotti con calzata larga e flex morbido. Questo comporta delle problematiche sia per uno sciatore esperto con un piede largo e robusto che sarà obbligato a modificare i suoi scarponi con l'aiuto di un esperto bootfitter, sia per un principiante con il piede magro che faticherà a trovare un modello che gli avvolga e blocchi bene il piede, a meno di non orientarsi, come abbiamo già scritto sopra, su un modello FISCHER VACUUM.

{product:}

IL BOOTFITTING

Brevemente, il Bootfitting è quell'insieme di tecniche di personalizzazione che permettono di modificare lo scarpone da sci per migliorarne confort e prestazioni.

GUIDA AL BOOTFITTING

Per una presentazione completa di quello che possiamo fare per migliorare i vostri scarponi, vi rimandiamo alla BOOTFITTING GUIDANCE.

Per ogni informazione in merito potete chiamare al numero +390461602717 oppure scrivere a Rudy all'indirizzo [email protected].

Un breve video di presentazione sugli scarponi da sci e le modifiche possibili

{product:}

IL FLEX

il FLEX degli scarponi da sci indica quanta forza è necessaria per fare flettere lo scarpone in avanti. Il FLEX viene indicato dai produttori con dei numeri che spaziano tra il 50 e il 150. Spesso questo numero è scritto sulla parte esterna del gambetto. Il metodo per la determinazione del FLEX non è standardizzato tra i produttori di scarponi da sci, e quindi non è detto che il 100 di una marca equivalga a quello di un'altra, ma rimane comunque un indice sul quale prendere i propri orientamenti. Gli atleti e gli sciatori "corsaioli" di buon livello preferiscono modelli con indice di FLEX alto, pari o superiore a 130, mentre i principianti un indice più basso, di 50 o 70.<

Oltre al livello tecnico dello sciatore, sulla scelta del FLEX influisce anche il tipo di utilizzo prevalente che se ne vorrà fare, pista, freeride, park...

Anche altezza e peso dello sciatore sono fattori da considerare nella scelta del FLEX più adatto. Una persona alta, può disporre di una leva maggiore e quindi di maggior forza in flessione rispetto ad una persona più bassa e quindi verrà orientato su uno scarpone dal FLEX maggiore, mentre uno sciatore leggero avrà meno peso da trasformare in forza per flettere lo scarpone rispetto ad uno più pesante ed è, quindi, consigliabile uno scarpone con FLEX minore.

FLEX DEGLI SCARPONI DA SCI

Come si evince dalla tabella, poiché le donne tendono ad avere generalmente meno massa corporea, un'altezza minore, piedi e leve più corti rispetto agli uomini, le valutazioni del FLEX sono leggermente inferiori.

ALTRI PARTICOLARI

- Donne: vi è una differenza fisica nella gamba della donna, rispetto all'uomo, che va presa in considerazione nella scelta degli scarponi da sci, ovvero quella di avere un polpaccio che inizia più in basso e proporzionalmente più robusto nella zona della caviglia. Per venire incontro a questa differenza i modelli specifici da donna vengono realizzati tenendo conto della morfologia.

{product:}

- Inclinazione: gli scarponi da sci alpino normalmente hanno un'inclinazione fissa in avanti che spazia tra 12 gradi e 18 gradi dalla verticale. La maggior parte dei prodotti moderni riflette il cambiamento nella tecnica dello sci, che è andata verso una postura più eretta e perciò hanno un'inclinazione minore, ma non esiste un'inclinazione ideale che vada meglio per tutti gli sciatori, anzi questo rimane un fattore molto personale. La maggior parte degli scarponi di buon livello integra qualche possibilità di regolazione, spesso si tratta di installare, o rimuovere un semplice spoiler o spessore posizionato sul retro del polpaccio.

- Scarpetta: la scarpetta interna è morbida, termica e rimovibile. Quest'interno che protegge e isola il piede dallo scafo esterno è realizzato in modo da potersi modellare con l'uso sul piede, tramite un procedimento preventivo a caldo, o più semplicemente con il normale utilizzo.

- Power Strap: il velcro della parte superiore del gambetto dello scarpone da sci agisce come un ulteriore fibbia con una vasta gamma di regolazioni e aiuta a stringere al meglio lo scarpone sulla tibia e a trasmettere al meglio la forza agli sci.

- Leve e ganci micro-regolabili: essenziali per raggiungere un'allacciatura precisa. La micro-regolazione accorcia o allunga la chiusura in maniera millimetrica e permette di regolare con precisione la tensione tra le due sezioni dello scafo.

- Ganci spostabili: i ganci della maggior parte degli scarponi da sci per adulti hanno la possibilità di essere spostati dal punto fisso di montaggio per consentire all'utente una gamma maggiore di impostazioni.

- Plantari: il sottopiede, o plantare, che sta all'interno della scarpetta, è il punto su cui appoggiano i piedi dello sciatore. La maggior parte dei modelli offrono poco sostegno per i contorni del piede. Per una conformazione più personalizzata consigliamo e proponiamo i plantari termoformabili CONFORMABLE. Sono degli speciali plantari che vengono preparati partendo dal calco del piede della persona che li utilizzerà. Plantari di questo tipo aumentano notevolmente la sensazione di stabilità interna e possono ridurre notevolmente molti problemi di confort.

plantari personalizzati per lo sci conformable

- Canting: con questo termine si indica l'allineamento del gambaletto con la parte bassa dello scafo. Serve principalmente per adattare lo scarpone alle proprie caratteristiche strutturali. Infatti è lo scarpone che deve seguire le specifiche posture non in linea della gamba e non il contrario, per evitare di traferire allo sci prese di spigolo falsate. Per una regolazione precisa è indispensabile conoscere esattamente di quanti gradi si dovrà muovere il gambetto utilizzando un moderno macchinario al laser che permette di conoscere questo dato con precisione e di intervenire sugli scarponi in maniera corretta.

personalizzazione degli scarponi da sci canting computerizzato

L'ACQUISTO ON-LINE

Ora che sapete di che cosa avete bisogno e avete gli strumenti per iniziare la ricerca, potete iniziare la ricerca dei vostri scarponi on-line; ci sentiamo in dovere di sottolineare quanto importante sia l'assistenza di una persona qualificata al momento della scelta. Per quanto completa sia questa guida, o altre che potrete recuperare, siamo sicuri che difficilmente potrà sostituire in toto l'assistenza di un vero professionista del settore. Sappiamo che molti negozi, in particolare nella grande distribuzione, non hanno personale qualificato al loro servizio e che quindi poche soddisfazioni potrete avere nell'andare a visitarli, ma se siete proprio così lontani da noi e nei vostri paraggi non c'è nessuno che possa garantirvi quei giusti consigli che ricercate, allora contattateci direttamente al numero +390461602717 oppure scriveteci all'indirizzo [email protected].Rudy, Willy e Giuliano vi daranno volentieri dei preziosi consigli.

- - - - - - - - - -

TAKE A LOOK AT THE SKI BOOTS DEPARTMENT

- - - - - - - - - -

Gli scarponi da scialpinismo meritano una Guida a parte. La trovate qui:

HOW TO CHOOSE THE SKI-MOUNTAINEERING BOOTS