HOW TO CHOOSE MOUNTAIN AND OUTDOOR SHOES AND BOOTS

Per l'escursionismo e le camminate in montagna, le scarpe sono probabilmente l'acquisto più importante che si possa fare.

Scegliere le giuste scarpe significa scegliere quelle più adatte alle vostre esigenze, per questo è importante capire esattamente cosa si sta per acquistare e, ancora di più, considerando i propri obbiettivi sportivi, cosa sarebbe bene preferire. Scegliere il modello sbagliato potrebbe far diventare un calvario anche una breve passeggiata, con i piedi che urlano pietà. Oltre al disagio, scarpe non idonee all'utilizzo preposto, possono causare a lungo termine conseguenze negative sulla salute, non solo ai piedi, ma anche alle articolazioni e tendini delle caviglie, delle ginocchia, fianchi e schiena. In più, delle scarpe non adatte, potrebbero compromettere non solo il divertimento, ma anche la stessa sicurezza delle le vostre escursioni.

TESTO

Quando si pensa all'acquisto, soprattutto se l'utilizzo non sarà intenso, la tentazione di risparmiare sarà forte. Tuttavia, se non ci si vorrà presto pentire, nello scegliere le scarpe da montagna non vale la pena 'lesinare' troppo sulla spesa, perché orientarsi su prodotti di qualità renderà certo più appagante, più confortevole e più sicura la vostra escursione.

Durante la scelta, sarebbe altrettanto importante venire assistiti da personale qualificato, meglio se esperto ed appassionato di montagna.

In tal caso potrete essere certi di venire accompagnati in maniera appropriata nella scelta che spazierà tra le molte possibilità offerte dal mercato. Questo infatti offre ai giorni nostri un'infinità di modelli, divisi per tipologie e stili d'utilizzo, in modo da potersi adattare ad ogni tipo di utilizzo e preferenza.

Una cosa importante è avere la consapevolezza che tutti abbiamo piedi di diverse dimensioni e forma e quindi non tutte le scarpe, seppure adatte al nostro tipo di utilizzo, potranno fare al caso nostro. Un professionista esperto del settore sarà però in grado di selezionare i modelli che meglio si adattano ai vostri piedi e le vostre esigenze.

Se la vostra scelta sarà quella di rivolgervi a noi, presso la nostra sede di Mezzolombardo, o ad un rivenditore di fiducia più vicino a voi, meglio farlo nel pomeriggio.Che ci crediate o no, l'ora del giorno che decidete di provare le nuove scarpe per le vostre camminate è importante. I nostri piedi tendono a gonfiarsi durante il giorno e questo cambiamento di volume può essere molto pronunciato in alcuni individui.

Se invece ritenete di essere sufficientemente sicuri di cosa vi serve e del numero che dovrete scegliere, allora potrebbe essere conveniente effettuare l'acquisto on-line.

COME SCEGLIERE

- tipo di utilizzo previsto

- stagione prevalente d'impiego

- preferenze di traspirabilità e freschezza, piuttosto che di impermeabilità

- comfort e peso delle scarpe

- tipo di suola e capacità di tenuta della scarpa

PER INIZIARE - CONFORTEVOLE, ANCHE SE MENO RESISTENTE

Se il vostro utilizzo è prevalentemente domenicale o concentrato in un determinato periodo di vacanza, sarà opportuno dare molta importanza al comfort piuttosto che a robustezza e durata, perché avrete certamente modo di utilizzarle senza problemi per alcuni anni.

TESTO

In genere, più saranno robuste e resistenti, meno potranno essere confortevoli; quindi meglio non farsi tentare dallo scegliere un paio di scarpe resistenti semplicemente per garantirsi una durata più lunga, potreste rischiare di rovinare le vostre escursioni.

Talvolta si inizia ad andare in montagna con le scarpe da ginnastica che già si posseggono oppure con degli scarponcini economici di bassa qualità, ma bisogna fare attenzione: sarebbe al contrario opportuno, appena si pensa di affrontare un vero sentiero di montagna, calzare delle scarpe specifiche, studiate per quel utilizzo. Questo non vuol dire che debbano essere dei pesanti e robusti scarponi.

- - - - - - - - - -

MOUNTAIN AND OUTDOOR SHOES AND BOOTS DEPARTMENT

- - - - - - - - - -

CARATTERISTICHE DI COSTRUZIONE

Suola e tenuta della scarpa. Come si può immaginare è l'elemento che prima di tutto deve essere valutato. Chiaramente, se pensate ad un utilizzo soft, come il camminare su un'ampia strada forestale, quasi qualsiasi scarpa potrà andar bene. Basterà considerare che la suola sia adatta ad una camminata su sterrato, quindi sufficientemente ammortizzante e spessa per non fare sentire le asperità del terreno alla pianta dei piedi e che abbia un disegno e delle tacche adatte a contrastare il scivolamento.

TESTO

A seconda delle preferenze personali, ci si potrà orientare su una scarpa "bassa", oppure di altezza media a protezione della caviglia, ma se il terreno diviene impervio e il sentiero sconnesso, la suola deve certamente garantire un'ottima presa sul terreno, avere una buona tenuta sulle rocce, sulla terra e sul bagnato e per questo è generalmente migliore se ben tassellata. Ci sono vari disegni e scolpiture che determinano la predisposizione della suola e la sua tenuta sui vari tipi di terreno ma la maggior parte delle pedule e degli scarponi di qualità hanno suole equilibrate e polivalenti. Il leader storico indiscusso del settore è Vibram, e di per sé questo marchio resta una garanzia, ma ci sono anche tanti altri produttori che sono riusciti a realizzare disegni e mescole di gomma particolarmente performanti.

Per questo il consiglio è di affidarsi alle indicazioni del produttore, meglio se tra quelli più affermati.

In conclusione, l'importante è che la suola offra buona presa e garantisca stabilità su tutti i terreni, pena il rischio di storte e scivoloni indesiderati. Sembra banale, ma le cadute e le scivolate, che avvengono per lo più su terreno sconnesso o bagnato, sono la maggior causa di incidenti in montagna.

TOMAIA E FODERA

Per la costruzione della tomaia vengono usati molti tipi di materiale, principalmente pelle sulle versioni più tradizionali e consistenti, alla cordura, o altri materiali sintetici per le versioni dove si desidera ridurre il peso e talvolta anche il costo. Importante è che sia ben contenitiva e renda stabile il piede nella scarpa, quasi sempre fa un tutt'uno con la lingua della scarpa. I modelli interamente in pelle sono spesso più pesanti, ma offrono i vantaggi propri di questo materiale, ossia buona impermeabilità, maggior durata e traspirabilità. Generalmente vengono preferiti per un utilizzo su terreni impegnativi, in trekking di più giorni e con carichi pesanti. Le tomaie miste o sintetiche sono invece più leggere, più adatte all'escursionismo e alpinismo veloce, comunque destinate ad un usura maggiore, ma accettabile per chi ne fa un utilizzo saltuario.

Quasi tutte le scarpe da escursionismo di buona qualità hanno delle fodere che contengono delle membrane impermeabili. Le più note sono prodotte dalla Gore, tra le quali Gore-Tex è certamente la più conosciuta al mondo, anche perché utilizzata per impermeabilizzare non solo scarpe, ma anche guanti, giacche a vento e pantaloni, ma ne esistono anche molte altre di similari. Negli scarponi o pedule invernali controllate che ci sia una fodera che vi garantisca una buona coibentazione termica.

IMPERMEABILITÀ E COIBENTAZIONE TERMICA

Una scarpa da montagna oltre che essere adeguata al vostro utilizzo e terreno di percorrenza, dovrà anche mantenervi il piede caldo e allo stesso tempo asciutto, questo anche in caso di terreni bagnati, o innevati. Bisogna tenere conto che se i vostri piedi rimanessero al freddo e bagnati per molte ore potreste andare incontro a seri problemi, fino al possibile congelamento. In questo senso, se si pensa ad un utilizzo in periodo invernale, o comunque in quota nelle zone alpine, importante sarà valutare che la scarpa sia foderata internamente con materiali idonei al garantire l'impermeabilità, ma anche una certa coibentazione termica, ovvero una buona isolazione dal freddo esterno.

TESTO

Nel 2015 la Gore ha messo in commercio la nuova membrana Gore-Tex Surround: la nuova costruzione consente all'umidità e al calore di fuoriuscire da sotto il piede attraverso una struttura aperta e da lì uscire dalla scarpa tramite le aperture di ventilazione laterali. Questo sistema riduce notevolmente l'umidità relativa della pelle eliminando più efficacemente il sudore.

TESTO

TIPI DI SCARPE E TIPI DI UTILIZZO

SCARPE DA WALKING

Queste tipologia di scarpe possono venire utilizzare anche in città e sulle strade battute, generalmente sono basse. Per chi vive nelle vallate di montagna spesso diventano le scarpe sportive per "tutti i giorni" ed in questa categoria ci sono modelli che hanno fatto la storia, oltre che la tendenza del vestire di questa gente (un esempio su tutte le Mojito di SCARPA).

TESTO

Alcuni modelli hanno comunque una membrana impermeabile, sono foderati e hanno una suola di qualità per permetterne un utilizzo anche nelle stagioni più fredde. Sono ideali per fare delle comode e semplici passeggiate su terreni alla portata di tutti, essendo basse meglio se in assenza di neve. I modelli più curati sono adatti anche a camminate di lunga durata, ma tecnicamente facili.

SCARPE DA TRAIL-RUN (Corsa fuoristrada)

Sono delle vere e proprie scarpe da corsa, ma costruite con una tomaia in tessuto sintetico che seppur leggero, offre un'appropriata robustezza. Hanno una suola tassellata e disegnata per garantire una buona tenuta, specie su fango, o erba, ma hanno una punta pensata per la corsa e non per arrampicarsi sulle rocce. Ottime per praticare la corsa in montagna su terreni scoscesi, ma anche per camminate veloci o il Nordic Walking. Qualche modello viene foderato con GORE-TEX, o materiale simile per l'impermeabilizzazione e che quindi può anche garantire una certa coibentazione termica, ma generalmente sono più adatte ad un utilizzo estivo.

TESTO

Pur avendo delle suole che offrono un'ottima aderenza anche sulla roccia, non sarebbero pensate per un utilizzo alpinistico, perché non proteggono opportunamente il piede ed anche perché sono esclusivamente basse. Per cui sono consigliate solo all'utenza specifica e preferibilmente su sentieri che non contengano tratti innevati.

Anche queste, come le scarpe da Walking, hanno trovato larga diffusione nell'uso cittadino per la loro grande comodità e praticità (come le Speedcross di SALOMON, visibili quotidianamente in tutte le città del mondo).

SCARPE DA AVVICINAMENTO E VIA FERRATA

Contengono un concentrato di caratteristiche tecniche derivato in forma mista dalle due categorie precedenti. Per raggiungere lo scopo per cui vengono prodotte, vengono generalmente costruite con tomaia in pelle, oppure in tessuto mesh (sintetico) per essere più leggere, calzano ben aderente al piede e con allacciature che arrivano fin sulla punta della scarpa, per poter essere lasciate più aperte durante la camminata e strette maggiormente durante l'arrampicata. I modelli più orientati alla sostanza e protezione, hanno suole ben tassellate e spesso riportano una speciale lavorazione in punta per renderle meglio adatte all'arrampicata; quelli più leggeri, spesso bassi sulla caviglia, assomigliano molto alle scarpe da Trail Running, pur essendo più protettive. Molti modelli sono dotati di fodera impermeabile.

TESTO

Nascono per un'utenza tecnica ed esperta, per gli alpinisti, per le guide e per essere utilizzate anche sulle vie di roccia più elementari, ma sono sempre state gradite anche da un pubblico meno tecnico e per utilizzi meno esasperati.

PEDULE DA TREKKING

Se volete fare il vostro primo acquisto per delle escursioni non esasperate, questo segmento probabilmente fa al caso vostro. Le pedule sono scarpe rigorosamente alte con protezione fino alla caviglia, suola tassellata mediamente rigida, tomaia spessa e fodera imbottita. Per stare tranquilli anche in momenti di maltempo, piuttosto che poter andare tranquillamente anche nell'erba bagnata dalla rugiada, allora accertatevi che siano anche foderate in Gore-Tex, o con fodere di caratteristiche similari. La tomaia può essere interamente in pelle, con inserti in Cordura (nylon particolarmente robusto), o altri materiali sintetici, ma deve garantire sempre una buona stabilità interna del piede; quasi sempre è un tutt'uno con la linguetta, questo per garantire una migliore protezione dall'umidità o da infiltrazioni di terra o sassolini che possono venire sollevati durante la camminata.

TESTO

Quelle più leggere, definite anche da Hiking, sono particolarmente leggere e morbide, solitamente indicate per l'escursionismo veloce e non molto impegnativo. Le vere scarpe da Trekking, sono pensate per utilizzo più complesso, anche su terreni più difficoltosi, oltre che per camminate di più giorni, magari con carichi pesanti. La rigidità della suola può essere una buona indicazione per capire dove quel modello di pedula potrà rendere al meglio. Roccia e ghiaioni richiedono una pedula che si fletta poco, con una suola più consistente, pascoli morbidi e terreni poco accidentati si percorrono meglio con una suola flessibile.

Se pensate di utilizzarle anche con neve e ciaspole, scegliete i modelli maggiormente imbottiti e sicuramente con fodera impermeabile. La pedula è una scarpa che ogni appassionato di montagna ha in scarpiera, magari chi è più esperto e tecnico le utilizzerà per andare per funghi, mentre il turista domenicale le utilizzerà per affrontare le sue avventure di avvicinamento ai rifugi alpini. Un modello sufficientemente robusto e tecnico può accompagnarvi per anni, anche su ferrate e percorsi di facile alpinismo.

SCARPONI DA ALPINISMO

Sono scarponi con suola semi-rigida o completamente rigida, tomaia molto consistente, imbottitura spessa, piuttosto alti alla caviglia; alcuni modelli sono predisposti per montare ramponi automatici o semi-automatici. Inevitabilmente queste caratteristiche portano ad un aumento di peso, che in certi modelli, particolarmente robusti e rinforzati, diventa notevole, come in quelli studiati per le alte quote alpine, piuttosto che per le spedizioni Himalayane. Per un normale escursionista, che frequenta prevalentemente le Dolomiti d'estate, non fanno al caso vostro, evitate da farvi attrarre dal fatto che siano tra i modelli più costosi, non per questo sono il massimo a cui devono aspirare tutti gli escursionisti. Se però tra i vostri obbiettivi ci sono uscite alpinistiche ad alta quota, con il probabile utilizzo dei ramponi, oppure un notevole utilizzo invernale, allora valutate con attenzione questa categoria di "scarponi".

TESTO

PROVARE LE SCARPE

Una volta fatta un'idea di cosa potrebbe essere adatto alle vostre esigenze bisognerà fare attenzione durante la prova delle scarpe di quel determinato segmento scelto, di interpretare bene le sensazioni che vi trasmettono. Ogni modello infatti ha la sua calzata, e anche se vi sembra perfetto per le vostre esigenze, potrebbe rivelarsi poco adatto al vostro piede. Inoltre potreste avere bisogno di una taglia diversa da quella che solitamente utilizzate a seconda della scarpa che state provando. Poi, i migliori produttori realizzano anche le mezze misure e modelli con calzata differente per uomo e per donna.

Sostanzialmente ci sono alcuni accorgimenti importanti da adottare. Scegliere attentamente le calze: dovranno essere idonee al tipo di utilizzo ed al modello di scarpa che andrete a scegliere. Potrebbe essere un calzettone tecnico di un certo spessore, come uno più leggero e più basso alla caviglia se state scegliendo delle scarpe basse. Indispensabile per evitare le vesciche e migliorare il comfort, è bene scegliere calze tecniche a struttura differenziata, spesse e protettive nelle zone della punta e del tallone, più sottili sul resto del piede, ben elasticizzate per aderire perfettamente al piede ed evitare che si muova durante la camminata.

Allacciare bene le scarpe dopo averle indossate, sembra scontato, ma per tanti non è così. Verificare che avanzi un leggero spazio in punta dopo essersi alzati in piedi e aver sentito ben disteso il piede. Questo spazio può essere di un paio di millimetri, fino ad arrivare a mezzo centimetro, a seconda del tipo di scarpa. Gli scarponi pesanti e rigidi, utilizzati con calze pesanti necessitano di più agio; qualcosa meno servirà, invece, per una scarpa da Trail Running. Provate sempre tutte e due le scarpe, soprattutto i modelli particolarmente fascianti.

Camminate e valutate bene le sensazioni del piede, che deve avere sufficientemente agio in punta, ma allo stesso tempo deve essere ben fasciato, senza arrivare a sentirsi costretto. Magari provate a cambiare la regolazione dell'allacciatura alcune volte. Valutate la rigidità, o flessibilità della suola che a seconda del tipo di utilizzo dovrà permettere, o meno che il piede fletta all'interno della scarpa.

Nonostante la vostra attenzione nella scelta, può capitare di sbagliare e al primo utilizzo non essere pienamente soddisfatti del comfort percepito; vale la pena comunque insistere per alcune volte, magari cambiando il tipo di calze, o aiutandosi con dei cerotti anti-vesciche, prima di gettare la spugna, perché la situazione potrebbe migliorare anche sostanzialmente.

Fatta la scelta del vostro glorioso paio di scarpe da montagna, qualunque esse siano, fate il possibile per usarle spesso ed approfittate di ogni occasione per godervi la montagna in tutte le sue meravigliose sfaccettature.

- - - - - - - - - -

MOUNTAIN AND OUTDOOR SHOES AND BOOTS DEPARTMENT

- - - - - - - - - -