GUIDA ALLA SCELTA DELLA RACCHETTA DA TENNIS

TESTO

Nella scelta della giusta racchetta da tennis, è importante valutare principalmente 3 aspetti.

IL PESO

TESTO

Come regola generale possiamo dire che la racchetta è più pesante quanto più diventa performante ed agonistica; normalmente un telaio (racchetta senza corde) più pesante di 280/290 grammi viene consigliato a tennisti esperti ed allenati, più pesante di 310/320 grammi ad agonisti e professionisti. Chi volesse avvicinarsi al tennis dovrebbe optare, quindi, per racchette poco pesanti. Ovviamente dev'essere presa in considerazione anche la struttura fisica dell'atleta: una persona robusta e forte troverà meno difficoltà a maneggiare una racchetta pesante rispetto ad un tennista meno prestante.

LA GRANDEZZA

TESTO

Questo parametro prende in considerazione la grandezza del PIATTO CORDE, ovvero della parte circolare del telaio che contiene, appunto, le corde. La facilità d'uso di una racchetta è data dal suo Sweet-Spot, ovvero la superficie delle corde dove la palla può essere colpita senza "steccare"; escludendo casi particolari, uno Sweet-Spot maggiore si ha con un piatto corde più ampio. Nelle racchette da principianti il piatto corde dovrebbe essere di almeno 645 cm2/100 in2 (ovvero 645 centimetri quadrati, equivalenti a 100 pollici quadrati nella misura anglosassone). Il lato negativo del piatto corde molto ampio è la perdita di precisione della racchetta. Per questo, agonisti e professionisti scelgono racchette dal piatto corde piccolo (630 cm2/98 in2 o meno): questo rende più impegnativo il colpo, ma al contempo aumenta molto la precisione.

IL PROFILO

TESTO

Il profilo è lo spessore della racchetta. Generalmente la racchetta dal profilo sottile risulta molto sensibile e precisa, in grado di assecondare i giocatori esperti ed allenati, quella più spessa regala molta potenza a discapito di un po' di sensibilità, adatta quindi a tennisti non molto allenati o che prediligono il gioco da fondo campo. Oggi gran parte delle racchette hanno un telaio più o meno spesso a seconda della zona: sono chiamate a profilo variabile e riescono a regalare potenze e controllo in maniera ben bilanciata.

TESTO

In pratica, questi 3 aspetti, vengono sempre combinati tra loro dalle aziende per fornire attrezzi bilanciati, tenendo conto di quale sarà il target di riferimento del prodotto; questo significa che troveremo in commercio:

- racchette dedicate ai principianti, LEGGERE, GRANDI e dal PROFILO SPESSO- racchette dedicate ai professionisti ed i forti agonisti, PESANTI, PICCOLE e dal PROFILO SOTTILE

- - - - -

REPARTO RACCHETTE DA TENNIS

- - - - -

LE CORDE

TESTO

Fin qui abbiamo esaminato solo il telaio, ma non bisogna dimenticare che metà della racchetta è composta dalle corde. Se vogliamo accentuare le caratteristiche di un telaio tecnico, rigido e con un piatto corde piccolo, aumentandone la precisione del colpo ed il controllo di palla, incorderemo con un monofilamento ad una tensione uguale o superiore rispetto a quella consigliata dal produttore; viceversa, per addolcirne un po' l'agressività, monteremo un multifilamento o del budello naturale ad una tensione un po' inferiore. Sarà ovviamente il contrario per incordare una racchetta grande e facile da usare. Qui una tabella che spiega, in modo generale, le caratteristiche delle corde.

TESTO

Esistono poi delle particolarità, nell'incordatura, che possono assecondare vari stili di gioco. Mentre per avere un attrezzo più facile e confortevole da gestire la corda viene montata senza soluzione di continuità dando la stessa tensione alle verticali ed alle orizzontali, spesso i giocatori tecnici ed allenati montano le verticali e le orizzontali in maniera indipendente, annodandole separatamente, così da poter dare tensioni diverse (normalmente si aumenta la precisione dando più tensione alle orizzontali). Non è raro vedere montate due corde molto diverse tra loro; un caso famoso è quello di Roger Federer che usa budello naturale alle verticali e un monofilamento alle orizzontali. Si può facilmente notare nelle sue racchette come le verticali siano opache e le orizzontali molto lucide.

TESTO

RACCHETTE JUNIOR

Le racchette da bambino vengono generalmente proposte in 5 misure: la misura da acquistare è quella in cui la racchetta, impugnata correttamente e tenuta lungo il fianco, NON TOCCA TERRA. La tabella seguente indica come rispettare questa regola.

TESTO

Ovviamente questi consigli generali non possono sostituire l'esperienza di un addetto specializzato; per questo se volete qualche informazione maggiore o volete esporci le vostre esigenze in base al vostro livello o stile di gioco non esitate a contattarci scrivendoci all'indirizzo [email protected]

- - - - -

REPARTO RACCHETTE DA TENNIS

- - - - -